ZoZo Championship a Cantlay, doppia beffa per Rahm

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – ROMA, 26 OTT – Patrick Cantlay vince a sorpresa lo
ZoZo Championship e torna nella Top 10 mondiale. Il 28enne di
Long Beach a Thousand Oaks, in California, ha superato
all’ultimo respiro, con uno score totale di 265 (-23) colpi, due
big come Jon Rahm e Justin Thomas – rispettivamente al secondo e
terzo posto nel ranking – entrambi secondi con 266 (-22).
    “E’ una vittoria speciale, arrivata dopo una bellissima
battaglia sportiva. Sono felicissimo” le parole di Cantlay,
professionista dal 2012, che nell’ultimo round – sul percorso
dello Sherwood Country Club (par 72) – è stato protagonista di
una rimonta show caratterizzata da un parziale di 65 (-7) e
sottolineata da nove birdie macchiati da due bogey.
    Quarto alla fine del moving day, l’americano ha trionfato
facendo suo anche un assegno di 1.440.000 dollari a fronte di un
montepremi complessivo di 8.000.000. Doppia beffa per Rahm. Lo
spagnolo in California inseguiva la sesta impresa sul massimo
circuito americano del green maschile puntando a riprendersi il
trono mondiale. Niente da fare. Per tornare numero 1 del ranking
il 25enne di Barrika (Paesi Baschi) aveva bisogno di un secondo
posto in solitaria. E così quello ex aequo con Thomas è servito
solo per rendere ancora più amara la giornata dello spagnolo.
    Dustin Johnson, costretto a saltare due tornei perché risultato
positivo al Covid, ringrazia e festeggia la centesima settimana
– non consecutiva – da padrone del golf.
    Doveva essere il torneo di Tiger Woods, che sognava l’83esima
impresa per diventare il golfista più vincente di sempre sul
circuito. E invece il campionissimo americano, campione uscente,
è stato tra le grandi delusioni della sfida chiusa al 72° posto
(287, -1).
    In California, dov’è nato e cresciuto, la festa è tutta per
Cantlay che dal 14/o vola al 9/o posto del ranking. Lo ZoZo
Championship è suo. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte