Violenza sulle donne: forte crescita dei reati delle lesione al viso

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

In forte crescita nei primi dieci dell’anno i reati di deformazione dell’aspetto della persona con lesioni permanenti al viso (+35%, da 46 a 62). Così un report sulla violenza di genere pubblicato sul sito del Viminale, che analizza il fenomeno a due anni dal Codice rosso.

In totale, dall’entrata in vigore della legge sono stati 143 i delitti di questo tipo commessi. Le vittime donne sono il 22%, gli autori sono nel 92% dei casi di sesso maschile. 

Sempre a quanto emerge dal report dal primo gennaio al 31 ottobre 2021 sono aumentati del 10% le violazioni dei provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e dei divieti di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa (da 1.584 a 1.740). Dall’entrata in vigore del Codice rosso sono stati 4.234 i casi in tutta Italia, in particolare Sicilia (585), Lazio (452), Lombardia (398), Piemonte (386) e Campania (340) sono le regioni con il maggior numero di violazioni.

Troppe le donne uccise, troppe le richieste di aiuto non adeguatamente e tempestivamente raccolte. Una vergogna della nostra civiltà”.Così Marta Cartabia, ministra della Giustizia, intervenendo alla cerimonia per il decennale della Scuola Superiore di Magistratura di Scandicci (Firenze). “Ogni giorno – ha ricordato – leggiamo di donne vittima di violenza. Ogni giorno abbiamo conferma che i casi di femminicidio sono in costante crescita”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte