Undine, un amore per sempre fin dentro al mito

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Un’imperdibile storia d’amore con il valore aggiunto di Paula Beer, bella e perfetta per interpretare UNDINE e il suo amore eterno fin dentro il mito. Il regista tedesco Christian Petzold con questo film sceglie così non a caso i toni della fiaba i cui personaggi sono legati a un destino già scritto, irreversibile, sacro. È il caso appunto di Undine, una giovane donna che lavora come storica al Märkisches Museum di Berlino con il compito di spiegare ai visitatori i plastici che mostrano la città nei suoi progressivi cambiamenti architettonici, dopo la sua quasi totale distruzione alla fine della seconda guerra mondiale.
UNDINE, UN AMORE PER SEMPRE – che dal 13 gennaio inaugurerà CG PREMIERE, servizio di streaming gratuito (fino ad esaurimento), attivo su www.cgentertainment.it mentre in caso di sold out, le opere saranno disponibili On Demand su www.cgdigital.it – parte appunto con il volto di questa ragazza che è stata appena lasciata nel bar del museo da Johannes, nonostante lui le abbia giurato eterno amore. E che non si tratta di una storia qualsiasi lo si capisce subito per il modo poco empatico in cui Undine dice a Johannes : “Se mi lasci, allora dovrò ucciderti”.
Poco dopo però nello stesso bar compare il sommozzatore Christoph (Frank Rogowski) e con Undine è amore a prima vista.
Si incrociano in realtà, ancora del tutto sconosciuti, facendo subito un disastro, ovvero rompendo l’enorme acquario all’ingresso del locale. L’acqua, inevitabile fil rouge in tutto il film, li travolge e li fa conoscere, o meglio riconoscere, e per loro inizia un amore infinito, legato come è ai loro stessi destini.
Ma una sera Christoph chiama infuriato Undine perché si sente tradito da lei, dal momento che non gli mai rivelato l’esistenza di Johannes. Nel frattempo Christoph ha una brutta esperienza sul lavoro durante un’immersione nelle acque di un lago. Tutto sembra esser perso, ma allo stesso tempo tutto può ancora cambiare vivendo questa storia nel mondo magico della fiaba.
UNDINE, UN AMORE PER SEMPRE presentato in concorso alla 70esima Berlinale (dove la Beer ha vinto l’Orso d’argento come miglior attrice e si è aggiudicata anche l’EFA nella stessa categoria) sarà comunque presentato alle 21 stasera dallo stesso regista Petzold in diretta su www.cgentertainment.it/premiere e sui canali social di CG Entertainment: Facebook, Youtube e Instagram.
“Al di fuori della Germania – ha detto Petzold ( autore di film come La scelta di Barbara, Transit e La donna dello scrittore) – la storia di Undine, una delle figlie del re del mare, è poco nota. Racconta di un uomo perdutamente innamorato di una donna che non ricambia però il suo amore. Quest’uomo decide così di andare in una foresta, perché conduce a un lago, dove lui vorrebbe suicidarsi. Ma Undine, ninfa e figlia del re del mare, vive lì, sotto la superficie del lago. L’uomo – continua il regista – la chiama tre volte e alla fine questa bellissima ninfa esce dalle acque e gli promette di essere sua per sempre.
Ma gli impone anche fedeltà dicendo: ‘Se mi lascerai sarò costretta a ucciderti'”. (ANSA).


Fonte originale: Leggi ora la fonte