Svizzera: via libera del parlamento alle nozze gay

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – GINEVRA, 18 DIC – Il parlamento svizzero ha
approvato un disegno di legge che consente alle coppie dello
stesso sesso di sposarsi, portando il Paese in linea con gran
parte dell’Europa sui diritti dei gay. Saranno comunque gli
stessi svizzeri a dire l’ultima parola sulla questione: il
partito cristiano ultra-conservatore, Federal Democratic Union,
ha infatti annunciato che chiederà che la legislazione sia
sottoposta a referendum.
    La Svizzera è uno dei pochi Paesi europei in cui il
matrimonio tra persone dello stesso sesso non è legale. Il Paese
consente alle coppie dello stesso sesso di contrarre ‘unioni
registrate’, senza però gli stessi diritti del matrimonio anche
per l’ottenimento della cittadinanza e l’adozione congiunta.
    Le due camere del parlamento hanno approvato il disegno di
legge dopo diverse fasi del dibattito, iniziato nel 2013. La
formulazione del disegno di legge consente a gay e lesbiche di
sposarsi e alle lesbiche di accedere alle donazioni di sperma.
    “Questa è una vittoria storica per i diritti della comunità
LGBTI”, ha scritto Amnesty Svizzera in un tweet. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte