Sondaggi, FI e FdI volano. Centrodestra sfiora il 50%

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Il governo di Mario Draghi si è insediato oltre una settimana fa ma è ancora troppo presto per fare un bilancio sul suo operato. Tuttavia i sondaggi continuano a effettuare le proiezioni delle intenzioni di voto degli italiani e riservano qualche sorpresa. Il sondaggio Swg per il Tg La7 ha evidenziato un’ampia crescita di Fratelli d’Italia e di Giorgia Meloni ma anche un avanzamento nei consensi da parte di Forza Italia e Silvio Berlusconi. La decisione della leader di FdI di piazzarsi all’opposizione rispetto al governo di larghe intese sembra dare i suoi frutti in termini di consensi, anche perché dallo stesso sondaggio emerge una diffusa insoddisfazione degli italiani in relazione alla composizione dell’esecutivo.

Fratelli d’Italia dal momento della formazione dell’esecutivo di Mario Draghi ha guadagnato 1,3 punti percentuali arrivando al 17,5%. Una crescita fortissima che porta il partito di Giorgia Meloni ad accorciare notevolmente le distanze con il Partito democratico, che invece ha perso terreno. Infatti, la compagine del Nazareno ha perso lo 0,4% e oggi è ferma al 18,3%. Solo lo 0,8% separa il Partito democratico da Fratelli d’Italia, che ora punta a diventare il secondo partito nazionale alle spalle della Lega, rafforzando la posizione della coalizione di centrodestra. Anche la Lega ha perso qualcosa in questa settimana ma nonostante la flessione di 0,4 punti percentuali mantiene saldamente il titolo di primo partito nazionale con il 23,1% delle preferenze degli italiani. Forza Italia sale e guadagna terreno, arrivando al 7,5% dei consensi grazie a un incremento di 0,6 punti percentuali.

Allo stato attuale delle cose, i tre maggiori partiti della coalizione di centrodestra avrebbero complessivamente il 48,1% delle preferenze degli italiani stando al sondaggio Swg per il Tg La7. Sempre più distante da Fratelli d’Italia che ha ormai ha preso il largo è il Movimento 5 Stelle, fermo al 15,4% dei consensi. Perde terreno anche Italia viva di Matteo Renzi, che in una settimana halasciato per strada lo 0,5% delle preferenze, arrivando così al 2,6%. Giorgia Meloni ha messo nel mirino il Partito democratico e se nelle prossime settimane dovesse concretizzarsi il sorpasso, la coalizione di centrodestra avrebbe sia il primo che il secondo partito nazionale. Un risultato storico e importantissimo.

Il 56% degli italiani, però, è insoddisfatto del nuovo esecutivo, anche se il 46% crede che sia migliore di quello che è andato a casa pochi giorni fa. A essere maggiormente delusi sono proprio gli elettori del M5S (63%), seguono quelli della Lega e del Pd, rispettivamente con il 45 e il 41 percento.



Fonte originale: Leggi ora la fonte