SICUREZZA. MANIFESTAZIONE ROMA, MORRONE (LEGA): PIU’ TUTELE E GARANZIE A DONNE E UOMINI IN DIVISA

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Roma, 14 ottobre. “Non è più tollerabile che le donne e gli uomini in divisa subiscano continue aggressioni senza che la politica e soprattutto il Governo si muovano per tutelarli. Aumentano le azioni violente nei loro confronti, una ogni otto ore secondo quanto denunciano i sindacati, mentre Conte e Lamorgese rimangono inerti. E non sono meno deleteri certi pronunciamenti di alcuni giudici che, nei fatti, minimizzano la portata delle aggressioni ai tutori dell’ordine mentre svolgono la propria attività, delegittimandone il ruolo e rendendone vana l’azione. A questi lavoratori non bastano le pacche sulle spalle e i ringraziamenti formali, servono i fatti. Lo diciamo al Governo, ma anche a quelle forze politiche che si ricordano delle donne e degli uomini indivisa solo in campagna elettorale, mentre nel resto del tempo sono più propense a dimenticarne le esigenze e a umiliarne l’attività, quando non ad accusarle pregiudizialmente. Noi della Lega siamo dalla parte delle Forze dell’Ordine e della Polizia penitenziaria, lo abbiamo dimostrato in ogni occasione, sollecitando dotazioni a loro tutela e garanzia, parlo per esempio di taser e bodycam, ma anche pretendendo che venissero accordati loro maggiore dignità professionale, retribuzioni e organici adeguati. E oggi siamo qui a sostenere questa legittima protesta che deve necessariamente essere ascoltata dal Governo”.
Così in una nota il parlamentare della Lega Jacopo Morrone, già sottosegretario alla Giustizia, che ha partecipato alla manifestazione nazionale ‘Basta aggressioni agli uomini in divisa’, svoltasi questa mattina a Roma in piazza del Popolo, organizzata da diverse sigle sindacali della Polizia di Stato, della Polizia penitenziaria, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco.

Ufficio Stampa Lega Romagna

  • Lascia un commento