Serie A: Atalanta Sampdoria. Gasperini: ‘Pensiamo anche all’Ajax’

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

“La Sampdoria è un avversario tosto, duro, di valore, che ha iniziato male ma ora è in salute: ricordo l’ultima partita a Bergamo, l’8 luglio, un 2-0 (Toloi e Muriel nel finale, espulso Ranieri, ndr) pieno di falli e di proteste. Ma il retropensiero all’Ajax è normale”. Gian Piero Gasperini trova la parola d’ordine della vigilia di campionato, non piacendogli annunciare il turnover, a meta’ tra l’esordio in Europa col 4-0 al Midtjylland e la seconda gara di martedì prossimo al Gewiss Stadium: “Sono competizioni entrate nel vivo, siamo quasi a novembre e per le alternative specie sulle fasce va accelerato l’inserimento dei nuovi, perché Hateboer e Gosens giocano sempre anche con Olanda e Germania – riflette il tecnico dell’Atalanta, prefigurando l’impiego di Depaoli o Mojica nell’anticipo del sabato pomeriggio -. In Champions League, vincendo, prenderemmo già un vantaggio importante anche se non decisivo. In attacco, invece, ci sono molte più soluzioni”. Inevitabile parlare dei big Gomez e Ilicic, ma anche di Zapata e Muriel, la coppia alla MCH Arena mercoledì sera, senza contare le addizioni dell’ultimo calciomercato: “Non siamo nelle condizioni di doverci giocare 13 partite in un finale di stagione da un mese e mezzo come in estate, ne abbiamo una intera davanti. Prima o poi il Papu rientrerà nelle rotazioni, anche se quando sta bene può giocare senza allenarsi e dal suo punto di vista sarebbe meglio se fosse sempre in campo – spiega l’uomo in panchina -. L’impegno più oneroso è doversi riorganizzare in così poco tempo, destino comune a chi deve competere nelle coppe. Una prova di resistenza e di capacità di adattamento: i giocatori devono sapersi rigenerare. L’anno scorso per tre mesi non c’era stato Zapata, poi a fine campionato Ilicic. Muriel aveva trovato la sua dimensione da cambio a partita in corso, stavolta siamo partiti senza Ilicic all’inizio, Miranchuk fuori un mese e Lammers, più pronto di Aleksey, anche se ha avuto problemi di stomaco in Danimarca. Miranchuk ha fatto un bel gol col Midtjylland ma per ora può entrare a partita in corso. Malinovskyi non sta benissimo, ma è a disposizione”.

Probabili formazioni di Atalanta-Sampdoria. Atalanta (3-4-1-2): 57 Sportiello; 4 Sutalo, 6 Palomino, 19 Djimsiti; 33 Hateboer, 15 De Roon, 11 Freuler, 26 Mojica; 88 Pasalic; 72 Ilicic, 7 Lammers. (1 Radunovic, 31 Rossi, 17 Romero, 8 Gosens, 27 Depaoli, 15 De Roon, 32 Pessina, 10 Gomez, 18 Malinovskyi, 59 Miranchuk, 9 Muriel, 91 D. Zapata). All.: Gasperini. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Caldara, Carnesecchi, Gollini, Piccini. Sampdoria (4-4-2): 1 Audero; 24 Bereszynski, 22 Yoshida, 15 Colley, 3 Augello; 8 Verre, 18 Thorsby, 6 Ekdal, 14 Jankto; 27 Quagliarella, 11 Ramirez. (34 Letica, 30 Ravaglia, 25 Alex Ferrari, 19 Regini, 21 Tonelli, 5 Adrien Silva, 38 Damsgaard, 16 Askildsen, 26 Leris, 87 Candreva, 10 Keita, 20 La Gumina). All.: Ranieri. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Gabbiadini. Arbitro: Calvarese di Teramo. Quote Snai: 1,40; 5,25; 6,75.


Fonte originale: Leggi ora la fonte