Sanità: laser e microscopio, neonato salvato da soffocamento

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – BOLOGNA, 14 GEN – Una cisti sulle corde vocali che
impediva al piccolo – un neonato di 5 giorni dal peso di 2,5
chili – di respirare liberamente occludendo quasi per intero le
vie respiratorie. È quanto è successo la notte di Capodanno al
Policlinico Sant’Orsola di Bologna quando è stato necessario
operare d’urgenza il bimbo inviato dall’Ospedale Maggiore dove
era stata diagnosticato la presenza di una cisti che stava
aumentando di volume velocemente.
    Oggi il bambino – che si chiama Lucio – è stato dimesso ed è
tornato a casa con mamma e papà dopo la rimozione della cisti
compiuta, grazie anche al lavoro del reparto di Anestesia e
Rianimazione Pediatrica guidato da Fabio Caramelli, dal
professor Livio Presutti, direttore di Otorinolaringoiatria e
Audiologia del Policlinico che ha operato, guidato da un
microscopio, con il laser così che la ferita potesse
cauterizzare immediatamente, non ci fosse fuoriuscita di sangue
e il decorso post operatorio fosse il più breve possibile.
    Nessuna funzione è stata compromessa, nessun segno sulla
pelle e il piccolo, viene spiegato, potrà crescere sano e senza
problemi come se nulla fosse successo. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte