S. Cecilia: Dall’Ongaro, coro super ma in sala vuota è dura

(ANSA) – ROMA, 30 OTT – ”E’ stata davvero una grande
emozione per tutti ritrovare il nostro coro al gran completo per
questo straordinario concerto che si è tenuto a porte chiuse ma
con le porte aperte di Rai Radio 3 che lo ha trasmesso in
diretta, in questo contesto un po’ surreale con l’ Auditorium
deserto”. Michele Dall’ Ongaro, sovrintendente di Santa
Cecilia, commenta così lo spettacolo di ieri sera per la
stagione da Camera dell’ Accademia Nazionale con il Coro diretto
da Piero Monti e il primo violoncellista dell’ orchestra Luigi
Piovano per la prima volta in scena senza il pubblico in sala
dopo le nuove restrizioni imposte per contrastare la pandemia. ”La musica – ha aggiunto dall’ Ongaro alludendo allo stato d’
animo degli artisti nell’ esibirsi in queste condizioni
particolati – ha raccontato attraverso le emozioni e i suoni
questo senso di vuoto nel quale ci troviamo a causa del
distanziamento sociale ma al tempo stesso di grande commozione
collettiva provocata dalla bellezza delle partiture affrontate
dal coro”.
    Il prossimo appuntamento – sempre senza pubblico, in diretta
nel corso della trasmissione Suite di Rai Radio 3 e live
streaming su raicultura.it -vedrà protagonisti il 6 novembre
alle 20:30 Antonio Pappano con l’ orchestra e la giovane
pianista salentina Beatrice Rana nel concerto in la minore di
Robert Schumann. Lo stesso concerto andrà in onda su Rai 5 in
prima serata alle 21.15 mercoledì 18 novembre. Beatrice Rana,
tra le star della scena musicale internazionale e molto amata
dal pubblico dell’ Accademia Nazionale, tornerà ad esibirsi per
Santa Cecilia nel mese di marzo con il concerto n. 2 di
Rachmaninoff. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte