Ravenna. Bufera su Villa Maria, 52enne serbo operava senza abilitazione

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Villa Maria è nell’occhio di un ciclone che ha portato al rinvio a giudizio di 13 persone accusate a vario titolo anche di lesioni personali. Per cinque anni infatti un 52enne serbo senza abilitazione avrebbe fatto parte dello staff del cardiologo di fama internazionale Carlo Pappone. A dare il la alle indagini il suicidio di un cardiologo di 37 anni che prima di compiere il drammatico gesto avrebbe lasciato delle lettere con precise accuse. Non tutti gli interventi infatti sarebbero andati bene.

  • Lascia un commento