Prostituta uccisa a Modena, condannato a 16 anni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leopoldo Scalici, 42enne di Pavullo (Modena), è stato condannato a sedici anni di carcere, con il rito abbreviato, per aver ucciso lo scorso aprile Benedita Dan, prostituta originaria della Nigeria, di 40 anni, il cui cadavere è stato trovato in un fosso ad Albareto (Modena).
    La pubblica accusa aveva chiesto una condanna a trent’anni.
    La donna, secondo le indagini, è stata uccisa con colpi alla testa con una morsa da banco a seguito di una lite legata ad una prestazione sessuale. A trovare il corpo era stato un passante.
    L’uomo, 42 anni, si era presentato spontaneamente alla caserma dei carabinieri di Pavullo, per confessare, convinto dalla madre. 


Fonte originale: Leggi ora la fonte