Prandelli, vento cambiato, questo pari vale vittoria

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – ROMA, 07 DIC – “Per come lavoriamo questo pari è
come una vittoria”: così ai microfoni di Sky Sport l’allenatore
della Fiorentina, Cesare Prandelli commenta il pareggio in
extremis col Genoa nel posticipo della 10/a giornata. “Il vento
è cambiato – le parole del tecnico – nel secondo tempo ho visto
una Fiorentina efficace, che ha creato e che è stata un po’
sfortunata. Sono qui da 2-3 settimane, non posso fare miracoli.
    Nel primo tempo eravamo lenti ad impostare ma siamo stati
equilibrati e non abbiamo avuto preoccupazioni. Per come
lavoriamo, è come una vittoria”.
    “Ribery? Sta lavorando bene – le parole del tecnico viola – deve
fare meglio sui tagli e su un gioco corale: è abituato a
determinare da solo, e spesso lo fa, ma nelle ultime partite
l’hanno sempre raddoppiato, gli servono spazi per poter
incidere”.
    “Quanto pesa la classifica? Parecchio – dice Prandelli – Se
ti aspetti di essere in zone alte, devi metterti in testa di
lavorare con umiltà e in maniera diversa. Senza idee di gioco
precise è tutto complicato”.
    Quanto c’è in questa squadra, e che Amrabat ha visto? “Fino a un mese e mezzo fa c’era chi strappava e saltava l’uomo
(Chiesa, ndr), ora invece dobbiamo arrivare in porta
fraseggiando. Eravamo lenti negli smarcamenti, ma la cosa
importante per me è che abbiano cercato di farlo. Ragionando
troppo si perde di velocità… Su Amrabat dico che ha
potenzialità fisiche straordinarie ma deve imparare a giocare
più veloce e sprigionare la sua forza anche senza palla verso la
porta avversaria”.
    Mancano i gol degli attaccanti? “Vlahovic oggi è stato anche sfortunato. Dobbiamo lavorare,
chiaro, ma per atteggiamento e attaccamento abbiamo dimostrato
di essere da Fiorentina”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte