Parigi, seconda ondata peggio della prima

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Il direttore generale degli Ospedali di Parigi, Martin Hirsch, ha detto stamattina di ritenere “possibile” che la “seconda ondata” del Covid-19 in Francia “sia peggio della prima”, sottolineando che la situazione è “temibile per tutti noi”. A BFM-TV, Hirsh ha confermato l’annullamento dei giorni di ferie che erano stati programmati da una parte dei dipendenti degli ospedali della capitale per questo periodo di Ognissanti: “per altri – ha precisato – abbiamo preferito che prendessero delle vacanze adesso, prima di questo temibile mese di novembre”. Martin Hirsch ha infine messo in guardia sul numero quotidiano di casi positivi, “probabilmente tre volte” superiore ai 30.000 casi di questi ultimi giorni: “ci sono molte persone positive senza saperlo”. 

Tutta la Polonia diventa “zona rossa” e ci saranno nuove, più rigorose restrizioni: è quello che ha affermato il premier polacco Mateusz Morawiecki, annunciando il semi lockdown per il Paese, in cui la situazione della pandemia si sta aggravando. Secondo i dati del ministero della Sanità, in Polonia sono 13.632 i nuovi contagi da Covid registrati nelle 24 ore, e 153 i morti.

Oltre 17mila nuovi casi in Russia in 24 ore  – In Russia sono stati registrati nelle ultime 24 ore 17.340 nuovi casi di coronavirus, il numero più alto dall’inizio della pandemia. Le infezioni totali ora sono 1.480.646. Lo riporta la task force federale contro il virus. I morti sono invece 283, per un totale di 25.525.

Record di nuovi contagi in Ucraina, 7.517 in 24 ore – Continuano ad aumentare i casi di Covid-19 in Ucraina, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 7.517 nuovi contagi: finora il numero più alto in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia. Nel corso dell’ultima giornata, 121 persone sono decedute a causa del morbo portando a 6.164 le vittime accertate del Covid-19 nella repubblica ex sovietica di circa 42 milioni di abitanti. Stando ai dati del ministero della Salute di Kiev, finora in Ucraina sono stati accertati in totale 330.396 casi di Covid-19.

Picco in Bulgaria, 1.595 casi e 16 morti nelle 24 ore – Prosegue il trend al rialzo dei contagi da coronavirus in Bulgaria, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.595 nuovi casi, pari a quasi il 18% dei 9.038 test diagnostici effettuati. Si tratta del nuovo record giornaliero di contagi nel Paese balcanico. Il maggior numero delle persone contagiate si registra di nuovo nella capitale Sofia: 549. Il totale dei casi da inizio epidemia è a oggi di 34.930. Da ieri sono stati segnalati sedici decessi e il numero complessivo delle vittime sale a 1.064. Il bilancio dei casi di infezione fra il personale medico-sanitario è salito a 1.786.   

Il turismo in Spagna continua a crollare, -78% – Continuano ad essere molto negativi i dati sul turismo in Spagna a causa della pandemia di coronavirus. Secondo i dati diffusi oggi dall’Istituto nazionale di statistica (Ine) e riportati dai media spagnoli, il numero di notti in hotel prenotate dai turisti è crollato del 78% a settembre rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Un numero più alto del 64% in meno registrato ad agosto. Il turismo rappresenta il 12% del Pil spagnolo.


Fonte originale: Leggi ora la fonte