Musica: a San Lazzaro 13 concerti attraverso i generi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Una rassegna di tredici concerti, dal 16 al 27 novembre, per
stili trasversali, dalla canzone d’autore al jazz, dal rock alla
world music, fino alla Filuzzi. E’ ‘Liber Paradisus’, in
programma al circolo Arci di San Lazzaro di Savena (Bologna),
con la direzione artistica di Marco Coppi e quella organizzativa
di Franco Fanizzi.
    Liber Pradisus, spiegano i promotori, omaggia la legge
emanata nel 1256 dal Comune di Bologna con cui vennero abolite
la schiavitù e la servitù della gleba. Un omaggio che è anche
fonte di ispirazione, un tentativo di raccontare la voglia di
liberarsi dalla prigionia dei generi musicali, dall’omologazione
dei gusti e degli eventi culturali.
    Si comincerà il 16 ottobre con il cantautore Bobo Rondelli,
poi sarà la volta di Omar Pedrini, cantautore ed ex
chitarrista-cantante dei Timoria. Si proseguirà con la band
Orage, a cavallo tra musica tradizionale e rock. Il batterista
jazz Roberto Gatto presenterà il suo Perfect Trio, altra tappa
di una lunga carriera, mentre il concerto con un cantante ormai ‘storico’ sarà quello di Bobby Solo, tra musica leggera e
rock’n’roll.
    Il cartellone ospiterà poi l’Emilia-Romagna Jazz Orchestra,
formata da solisti di primo piano e diretta dal trombonista e
arrangiatore Roberto Rossi. In novembre previsti i Gem Boy, il
duo Marco Coppi-Gianni Landroni, flauto e chitarra; il pianista
Massimo Faraò con il quartetto della cantante Caludi Zannoni;
Pierpaolo Capovilla, voce del Teatro degli Orrori; la band folk
i Liguriani. I due concerti finali saranno con sigle storiche
del progressive, gli Area e gli Arti e Mestieri. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte