Mostre: Dante, ‘Inclusa est flamma’ prorogata al 17 luglio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – RAVENNA, 14 GEN – ‘Inclusa est flamma’, la mostra
della Biblioteca Classense di Ravenna sul Secentenario dantesco,
è stata prorogata fino al 17 luglio. Chiusa al pubblico per
l’emergenza Covid dal 5 novembre, la conclusione era
inizialmente prevista per domenica scorsa. Il percorso
espositivo è stato organizzato dalla Biblioteca Classense e dal
Mar-Museo d’Arte della città di Ravenna ed è stato inaugurato
l’11 settembre 2020: si tratta della prima delle tre mostre che
compongono il progetto espositivo ‘Dante. Gli occhi e la mente’,
ideato dal Comune di Ravenna-Assessorato alla cultura, dal Mar e
dalla Classense in occasione del 700/o anniversario della morte
di Dante Alighieri. Le mostre si svolgono fino a gennaio 2022 al
Mar, nella chiesa di San Romualdo e alla Classense.
    ‘Inclusa est flamma. Ravenna 1921: il Secentenario della
morte di Dante’, a cura di Benedetto Gugliotta, racconta le
celebrazioni nazionali per il VI centenario dantesco del 1921,
inaugurate l’anno prima proprio in Classense alla presenza del
ministro della Pubblica istruzione Benedetto Croce. Libri,
manifesti, fotografie, dipinti, manoscritti e numerosi oggetti
d’arte offerti come omaggio a Dante e alla città “ultimo
rifugio” del poeta presentano una storia che ha in Dante il
protagonista principale, ma che si ramifica in tante vicende che
raccontano l’amore degli Italiani verso il poeta. A scandire il
percorso ci sono diversi Albi di firme della Tomba di Dante e
della Classense, con autografi di visitatori illustri ma anche
di comuni cittadini che, tra XIX e XX secolo, intendevano
testimoniare i loro sentimenti durante la visita al sepolcro di
Dante. Presenti anche i sacchi in tela di juta, contenenti
foglie di alloro in omaggio a Dante, donati da Gabriele
D’Annunzio e decorati da Adolfo De Carolis con il motto “Inclusa
est flamma” (“la fiamma è all’interno”) che danno il titolo alla
mostra. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte