Mostra chiusa, lo staff racconta le opere al telefono

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Ascoltare al telefono la storia di una delle opere esposte, come faceva il celebre personaggio di Gianni Rodari, raccontando ogni sera le favole a sua figlia lontana. Accadrà dall’11 novembre al 23 dicembre, tutti i mercoledì dalle 15 alle 17, con ‘True Fictions.
    Fotografia visionaria dagli anni ’70 ad oggi’, mostra allestita a Palazzo Magnani di Reggio Emilia dal 17 ottobre al 10 gennaio e ora sospesa fino al 3 dicembre a seguito dell’ultimo Dpcm.
    Basterà sfogliare il catalogo presente sul sito palazzomagnani.it, scegliere l’immagine che più incuriosisce, chiamare il numero 0522/444446 e chiacchierare con lo staff della Fondazione sulla fotografia prescelta, dalle tecniche utilizzate, alla vita dell’artista, “dalle idee che sottendono ogni progetto a tutte le verità e le finzioni che queste particolari immagini nascondono”.
    ‘True Fictions’ è la prima mostra in Italia dedicata al fenomeno della ‘staged photography’, tendenza che dagli anni ’80 ha rivoluzionato il linguaggio fotografico e la collocazione della fotografia nell’ambito delle arti contemporanee. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte