Il Cavaliere: ecco la cura per tornare primi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Non si nasconde dietro un dito. Berlusconi ha un grande sogno, una grande ambizione. Vuole che la sua creatura, il partito di Forza Italia, che bilancia con vigore la spinta populista degli alleati della coalizione di centrodestra con una visione moderata e «responsabile», torni a essere il partito guida del centrodestra.

Per renderlo possibile, spiega ai suoi, c’è bisogno di riorganizzare il partito, soprattutto a livello territoriale. E l’occasione è stata una videoconferenza con i vertici del partito. Riunione che si è aperta con un commosso ricordo di Jole Santelli. «Donna appassionata e combattente tenace». Il presidente Berlusconi ha così raccolto in videoconferenza i vertici azzurri. Con i componenti del coordinamento nazionale, i coordinatori regionali, i responsabili dei dipartimenti e dei settori. L’obiettivo sul tavolo è la messa a punto si una «strategia per rafforzare la presenza del movimento sul territorio, valorizzando una classe dirigente locale che non ha eguali per qualità». «L’ambizione – sottolinea una nota di Fi – è quello di tornare a essere il primo partito della coalizione. Forza Italia è una componente indispensabile del centrodestra: mai come in un momento politico difficile come l’attuale sono importanti per gli italiani l’esperienza e la capacità di governo». E in effetti anche l’altra giorno, in parlamento, è passata la linea Berlusconi che chiedeva agli alleati un atteggiamento più morbido nei confronti del governo, scegliendo l’astensione al momento del voto. Forza Italia, spiegano i coordinatori, continuerà a dare il suo contributo di proposte e di idee in Parlamento a partire dalla legge di Bilancio. E si batterà affinché nell’immediato vengano utilizzate le risorse a disposizione e quelle che arriveranno dal 2021 col Recovery Fund per destinarle a chi ha davvero bisogno e alle imprese in difficoltà: nessun posto di lavoro dovrebbe essere perso. I fondi europei, ottenuti grazie anche all’impegno del presidente, rappresentano una occasione che l’Italia non può permettersi di sprecare».

Nel corso della riunione si è parlato anche di amministrative e di candidatura. Qui la linea è pienamente condivisa con gli alleati ma intanto i responsabili dell’area metropolitana di Milano, guidati dalla deputata Cristina Rossello (nelle sue vesti di commissario cittadino di Forza Italia), hanno incontrato i vertici di Assolombarda. Sul tavolo i nodi della grande distribuzione e della crisi del commercio di prossimità e l’esigenza della città di ampliare i suoi rapporti economici internazionali.



Fonte originale: Leggi ora la fonte