Gli eredi di Caruso, “Sia la Rai a gestire gli anniversari”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – ROMA, 28 OTT – Sia la Rai a celebrare gli
anniversari di Enrico Caruso. E’ la richiesta che gli eredi del
grande tenore hanno fatto al Cda di Viale Mazzini insieme a
compositori, editori e giuristi. Nella lettera si ricorda
l’iniziativa del consigliere Riccardo Laganà che ha invitato
l’Azienda della quale è Amministratore a “patrocinare e
coordinare” le ricorrenze legate a Caruso e si ribadisce che “nei prossimi tre anni per la RAI si presenta l’occasione di
celebrare Enrico Caruso con una varietà di contributi di valore
eccezionale: due anniversari (il 2 agosto del 2021 saranno 100
anni dalla morte di Enrico Caruso e il 25 febbraio del 2023 i
150 anni dalla sua nascita) potenzialmente in grado di
conferire all’Italia una condizione favorevole in più nelle
relazioni internazionali in termini di simpatia e considerazione
per il suo Artista universalmente più celebre di tutti i tempi”.
    Tra le firme , insieme al nipote Eric Murray e ai pronipoti
Enrico e Riccardo Caruso , quelle di Giorgio Assumma, giurista,
direttore della rivista Il Diritto d’Autore, SIAE) Claudio
Buja,presidente Universal Music Publishing Ricordi, consigliere
di gestione della SIAE, Paolo Dossena produttore discografico ed
editore musicale,Pietro Gargano,giornalista e biografo di Enrico
Caruso,Aldo Mancusi presidente Enrico Caruso Museum of America.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte