Dpcm: a Bologna un migliaio per spettacolo, anche Bergonzoni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Dai ballerini ai gestori di circo e luna park, insieme ad attori, artisti di strada, sarti di scena. Erano un migliaio, secondo i sindacati di categoria, i lavoratori del mondo dello spettacolo che sono scesi in piazza in mattinata anche a Bologna, con un presidio sotto la Prefettura organizzato nell’ambito della mobilitazione nazionale ‘L’assenza spettacolare’, contro l’ultimo Dpcm che ha nuovamente fermato cinema, teatri ed eventi culturali. “Più cultura, meno paura” si leggeva su uno dei cartelli e striscioni esposti in piazza Roosvelt da rappresentanti del Circo di Mosca, lavoratori del Teatro Comunale di Bologna, ballerine dell’Associazione Danza Emilia-Romagna e altri lavoratori del settore. Una delegazione dei manifestanti, rappresentati dai sindacati Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom, è stata ricevuta dalla Prefetta di Bologna, Francesca Ferrandino. Al presidio c’era anche l’attore Alessandro Bergonzoni: “Teatro e cinema sono terapie intense, con tutto il rispetto per chi sta male e soffre -ha detto- teatro e cinema sono una questione di anima non solo di commercio, ascoltateci”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte