De Luca apre edizione 50plus, speranza nel futuro

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – GIFFONI VALLE PIANA, 21 LUG – Un grido di felicità per la cerimonia di inaugurazione di #Giffoni50Plus con l’auspicio che l’anno prossimo possa trasformarsi in un grido di libertà”. Così Claudio Gubitosi, fondatore e direttore di Giffoni, ha dato il via all’edizione 2021, in programma fino al 31 luglio, accogliendo nella Cittadella del Cinema Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania. “Giffoni si fa e si fa in totale sicurezza. In questa edizione ci sarà più Italia, ci sarà più Campania. Vogliamo ripartire così. Lo facciamo dai ragazzi per i quali abbiamo un fortissimo senso di rispetto”, ha detto Gubitosi. Giffoni, ha ricordato il governatore, “è cultura, società civile, scambio umano, crescita economica”. Ma De Luca ha colto l’occasione anche per insistere sull’esigenza di comportamenti responsabili contro la pandemia: “Siamo in Italia l’unica regione in cui resta l’obbligo di indossare la mascherina anche all’esterno. Vi dico perciò di usarla sempre. Non è un martirio, ma un aiuto importante ad impedire una nuova diffusione del contagio. Dobbiamo completare la vaccinazione. Dobbiamo essere rigorosi nei comportamenti. Invece si preferisce in alcuni casi assumere comportamenti idioti scambiandoli per prove di libertà. Qui bisogna comprendere che di questo passo si chiude di nuovo tutto. Chi assume una posizione del genere è un nemico della libertà, delle relazioni in presenza, della didattica in presenza ed uccide l’economia. Chi si comporta così è amico delle chiusure”. Accorato l’appello finale: “Se vi trovate in gruppo – ha detto rivolti ai ragazzi – non vi fate condizionare. La logica del gruppo non ci deve spingere verso la stupidità. Ancora una volta per ritornare ad essere umani, dobbiamo avere rigore e senso di responsabilità”. Dopo l’inaugurazione Giffoni entra nel vivo con un programma ricco e variegato: sette anteprime, sedici eventi speciali, oltre 120 ospiti, quindici innovatori nella sezione Dream Team e sette progetti speciali con enti, associazioni e aziende. Sono 3000 i giurati coinvolti fisicamente e 36 hub di cui 26 in Italia e 10 all’estero (Bulgaria, Croazia, Germania, Grecia, Inghilterra, Irlanda, Macedonia, Romania, Serbia, Spagna, Qatar) con 2000 juror in collegamento. Sono 101 le opere in concorso da 35 nazioni compresa l’Italia. Lungometraggi e cortometraggi provenienti da tutto il mondo, dalle Antille alla Colombia, dalla Germania, all’ Estonia, dalla Nuova Zelanda agli Stati Uniti. Saranno proprio i giurati a decretare i vincitori del Gryphon Award, il premio assegnato dai juror di ogni sezione alle opere in competizione. Tornano anche le grandi anteprime cinematografiche e la grande musica con Vivo Giffoni – Giffoni Music Concept: 11 showcase con 25 artisti del panorama musicale del momento


Fonte originale: Leggi ora la fonte