Covid: Sanremo, bar sfida restrizioni, tra cori verso agenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – SANREMO, 03 MAR – Clamorosa iniziativa di protesta
contro le restrizioni anti-covid in un bar in centro a Sanremo,
non lontano dall’Ariston. Il gestore ha continuato a servire
aperitivi oltre l’orario ‘limite’ delle 18 e quando sul posto è
intervenuta una dozzina tra vigili e poliziotti si sono
scatenati cori di sostegno: una sessantina i partecipanti, tra
gli avventori del locale e altri sostenitori che si sono
aggregati. “La gente vuole lavorare, voi avete lo stipendio
sicuro”, oppure “Lo stipendio ve lo paghiamo noi”, hanno
scandito rivolti alle forze dell’ordine. La zona di Sanremo da
domani passa in ‘arancione rinforzato’ (il resto della Liguria è
gialla).
    I partecipanti alla protesta hanno anche organizzato una
colletta simbolica, raccogliendo 5 euro tra ciascuno dei
presenti, per offrire i soldi per la probabile multa al gestore
del locale nella centralissima via Corradi. Tra i cori da stadio
rivolti alle forze dell’ordine si è udito spesso anche quello di “lavoro, lavoro, lavoro”.
    Tra i titolari di bar e ristoranti di Sanremo è montato il
malumore nelle ultime ore dopo che ieri sera un’ordinanza
regionale restrittiva, legata all’andamento dei contagi, ha
deluso quanti speravano di poter lavorare, soprattutto nei
giorni del Festival, anche grazie al fatto che da lunedì la
Regione Liguria è tornata in zona gialla. Tra le proteste, nel
pomeriggio alcuni tra loro hanno anche annunciato l’intenzione
di devolvere in beneficenza le derrate alimentari acquistate che
però non potranno utilizzare. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte