Covid: focolai e contagi in crescita, allarme in Romagna

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – BOLOGNA, 25 NOV – Sette focolai individuati, 149
classi in quarantena (soprattutto alle scuole elementari) e una
crescita di contagi consistente. Sono i numeri che preoccupano
l’Ausl Romagna (che raccoglie le province di Forlì-Cesena,
Rimini e Ravenna) dove ieri sono stati individuati più della
metà dei nuovi contagi di tutta la Regione, nonostante il
territorio abbia circa un quarto degli abitanti. Il rischio,
come evidenziato nei giorni scorsi anche dal presidente della
Regione Stefano Bonaccini, è quello di un ritorno in zona
gialla.
    La stampa locale fornisce molti dati indicativi della
situazione che si sta facendo preoccupante: nei distretti
sanitari di Forlì e Rubicone, ad esempio, l’incidenza dei casi è
salita sopra i 250, ma quasi ovunque è attestata attorno ai 200
casi per 100mila abitanti in una settimana.
    La Romagna è al di sotto della media regionale per
popolazione vaccinata. Inoltre ci sono stati ben 241 operatori
sanitari che non si sono vaccinati e per questa ragione sono
stati sospesi. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte