Coronavirus, Franceschini: ‘Mi impegno che la chiusura sia più breve possibile’

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

“Mi impegno che sia la chiusura più breve possibile”. E’ la promessa del ministro della Cultura Dario Franceschini in un video messaggio dopo le proteste del mondo della cultura per la chiusura di cinema e teatri. Secondo il ministro – comunque – chi protesta forse “non comprende la gravità della situazione”, che il ministro esplicita facendo vedere la curva che indica il rapporto tra i tamponi e i positivi.

GUARDA

Intanto arriva dalla Puglia la protesta di un gestore del cinema. “All’ingresso ho affisso un cartello con la scritta ‘Io resto aperto’: tenere il cinema aperto è una forma di disobbedienza civile per protesta contro questa chiusura che non ha senso perché il cinema resta tra i luoghi più sicuri e controllati”. E’ la sfida che Antonio Mosticchio, titolare del cinema “Multiplex Sala Fasano” di Taviano, in Salento, lancia alle nuove disposizioni anti-Covid del più recente Dpcm, che torna a chiudere cinema e teatri.


Fonte originale: Leggi ora la fonte