Cina: scoperto un cembalo in bronzo di 3000 anni fa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA-XINHUA) – CHANGSHA, 19 OTT – Un grande cembalo in
bronzo risalente alla fine della dinastia Shang (circa 1600
a.C.-1046 a.C.) è stato portato alla luce nella provincia dello
Hunan, nella Cina centrale. Lo hanno riferito le autorità locali
per i reperti culturali.
    L’antico strumento a percussione, 52 centimetri di altezza e
33 chilogrammi di peso, è stato ritrovato l’8 ottobre da operai
in un cantiere edile nella località di Changle, nella città di
Miluo. La sua superficie è parzialmente corrosa ma la forma è
rimasta intatta.
    “Il cembalo è ben conservato, con incisioni di animali in
evidenza sul corpo dello strumento e nuvole decorative e una
serie di fulmini intorno all’impugnatura”, ha detto Gao Zhixi,
membro del comitato nazionale della Cina per l’identificazione
dei reperti culturali e ricercatore presso lo Hunan Museum.
    Gli esperti di reperti culturali ritengono il cembalo di
bronzo sia stato usato per attività rituali per adorare divinità
naturali alla fine della dinastia Shang.
    La città di Miluo si trova lungo il famoso fiume omonimo, in
cui Qu Yuan, noto poeta e ministro dello Stato di Chu durante il
periodo degli Stati Combattenti (475 a.C.-221 a.C.), si gettò
suicidandosi dopo essere stato accusato di tradimento per aver
dato con buone intenzioni consigli al re ed essere stato
esiliato.
    Zhao Pan, a capo del dipartimento dei reperti culturali di
Miluo, ha spiegato che la scoperta è di grande valore per lo
studio delle attività umane nel bacino del fiume Miluo durante
la dinastia Shang e la successiva dinastia Zhou (1046 a.C.-256
a.C.).
    Zhao ha aggiunto che il dipartimento inviterà esperti a
restaurare il cembalo, eseguire scavi di recupero in loco e
rintracciare la fonte, e a indagare ulteriormente sui reperti
storici nelle aree circostanti. (ANSA-XINHUA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte