Champions: Inter e Atalanta per dimenticare ko campionato

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – ROMA, 20 OTT – La Champions per dimenticare i dolori
del campionato. Inter e Atalanta si lanciano in Europa. La
squadra di Conte comincia l’avventura europea con il Borussia
Monchengladbach e, per i bookmaker di Sisal Matchpoint, lo farà
con il piede giusto. La vittoria nerazzurra è infatti a 1.57,
il successo tedesco a San Siro si gioca a 5.50, mentre il
pareggio è a 4.10. Anche gli scommettitori puntato sul
riscatto dell’Inter, 9 su 10 hanno scelto il segno 1 nel match.
    Dopo essere stato votato migliore giocatore dell’ultima Europa
League, Lukaku spera di poter lasciare il segno anche in
Champions. Intanto è il marcatore più probabile nel match, a
2.00, mentre nel Borussia occhio a Marcus Thuram, il figlio del
celebre Lilian e anche il giocatore più talentuoso dell’undici
tedesco, la sua rete è a 4.00. Nessun dubbio sulla
qualificazione agli ottavi dell’Inter, propostaa 1.40, dietro al
favoritissimo Real Madrid indicato come vincente del Gruppo Ba
1.32, il primo posto interista è invece a 3.00.
    La prima partecipazione alla Champions nella storia
dell’Atalanta è stata da incorniciare, ora riprova a vivere il
sogno interrotto bruscamente lo scorso anno ai quarti di finale
con il Psg. La squadra di Gasperini riparte dai campioni di
Danimarca del Midtjylland, alla prima apparizione in Champions,
e ha il pronostico a favore: la vittoria della Dea è a 1.52, per
la vittoria dei danesi si salea 5.50, il pareggio vale 4.60. Gli
scommettitori si allineanoa i bookmaker, il 98% ha puntato
sulla vittoria nerazzurra. Sicuri del posto Zapata e Papu Gomez,
in gol rispettivamente a 2.00 e 2.50, probabile poi lo
schieramentodi Muriel, anche lui marcatore a 2.00. Al centro dell’attacco danese, il guineano Sory Kabala cui rete è a 3.75.
    La Dea, nel Gruppo D, deve vedersela con la concorrenza di
Liverpool e Ajax, ma ha ottime chance di qualificazione, a 1.50.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte