Cervia. Riaprire Cervia: “I sostenitori del lockdown pensano di avere il monopolio dell’altruismo ma non esiste solo il Covid”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
Il 15 gennaio molti esercenti in tutta Italia riapriranno dopo le 18, attuando una disobbedienza civile ai vari DPCM.
Siamo vicini e solidali con loro, purché la protesta sia non violenta.
Molti cittadini sono stanchi delle prese in giro del Governo, visto che le chiusure di Novembre dovevano salvare il Natale, poi sono arrivate le chiusure di Natale per ripartire a Gennaio e infine a Gennaio invece di riaprire si è passati a nuove restrizioni ancora.
I sostenitori del lockdown pensano di avere il monopolio dell’altruismo ma non esiste solo il Covid, esistono anche le imprese allo stremo, i lavoratori disoccupati o in cassa integrazione da troppi mesi, gli studenti che non stanno ricevendo un’istruzione adeguata.
Anche in ambito sanitario si stanno trascurando e rimandando diagnosi e terapie non legate al Covid.
Non sapendo e non volendo proteggere solo le categorie a rischio si blocca tutto il Paese pensando di andare avanti coi sussidi, ma sono tutti debiti di cui sentiremo il peso schiacciante.
  • Lascia un commento