Calcio:Iachini,è bello allenare anche quando cose vanno male

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – ROMA, 01 NOV – Nel dopopartita dell’Olimpico non è
certo di buon umore Beppe Iachini, che incassa la terza
sconfitta dall’ inizio della stagione. il tecnico della
Fiorentina sottolinea come all’inizio del match l’inerzia fosse
dalla parte dei suoi, ma è una magra consolazione. “Il gol di
Spinazzola è stato un incidente – dice Iachini -, avevamo
cominciato bene”. Sul banco degli imputati finisce l’allenatore
per la scelta di non aver schierato una punta dall’inizio. “La
volontà era quella di tenere due giocatori veloci a ridosso
della difesa avversaria come Callejon e Ribery – spiega – e
stava funzionando” . Lui comunque rimane sereno: “Sono convinto
che questo gruppo possa far parlare di sé in modo positivo”. Manca, però, la personalità: “In questa prima parte di
campionato abbiamo pagato l’assenza di gente come Pezzella,
Borja Valero e Ribery – sottolinea -. Dobbiamo recuperarli dal
punto di vista atletico. Poi anche gli errori individuali
commessi ci sono costati cari”. Qualcuno già mormora di un
possibile arrivo di Sarri, dopo che avrà rescisso con la Juve,
sulla panchina viola, ma Iachini non si sente in discussione: “La pressione fa parte del nostro lavoro, ci sono momenti in cui
si va bene e altri no. E’ bello fare gli allenatori anche quando
le cose vanno male. Dobbiamo lavorare per far si che tutto torni
positivo”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte