Calcio serie A Sibilia “è disastro,qualcuno si prenda responsabilità”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Il nuovo Dpcm ha bloccato gran parte dell’attività sportiva amatoriale e dilettantistica. Non solo piscine e palestre, ma tutti gli sport di squadra, a partire dal calcio e dal calcetto e dal basket, e di  contatto come il rugby.

 “La Lega Dilettanti, e le società stesse, ha fatto di tutto per garantire la ripresa dello sport di base dopo il lockdown, mettendo a disposizione ingenti risorse economiche e compiendo ulteriori sacrifici. La misura adesso è colma e qualcuno dovrà prendersi la responsabilità di un disastro annunciato, invece di continuare a lanciare numeri e fare proclami come se il calcio a cui pensare fosse solo quello di vertice”. Così il presidente della Lega nazionale dilettanti, Cosimo Sibilia, che chiede “gli aiuti promessi, altrimenti sarà la morte di migliaia di realtà dilettantistiche”. “Consentire solo ad una minima parte delle nostre competizioni di proseguire, seppur a livello nazionale, non ci soddisfa”, afferma ancora il vicepresidente vicario della Figc, prendendo posizione sul nuovo Dpcm che consente alla Serie D e agli altri campionati nazionali organizzati dalla LND di andare avanti ma che di fatto ha bloccato tutte le attività regionali e giovanili. “Tuttavia saremo come sempre rispettosi delle disposizioni, ribadendo però la nostra perplessità rispetto a misure che impediscono di fare attività sportiva in maniera organizzata, al contrario di altre situazioni dove i controlli sono minimi o addirittura assenti – prosegue Sibilia – Sono stati annunciati nuovamente degli aiuti alle società sportive: mi auguro che almeno stavolta le parole si traducano in atti concreti” 

Rincara la dose il presidente della serie A Paolo Dal Pino.  “Spero che il Governo capisca, una volta per tutte, il valore del calcio come industria al di là di ogni superficiale demagogia“. Uscendo dal Quirinale dove ha partecipato alla cerimonia di apertura dei giorni della ricerca della Fondazione Airc, il presidente della Lega di Serie A Paolo Dal Pino parlando con l’Ansa manda un messaggio forte all’esecutivo. “Siamo molto preoccupati – aggiunge – siamo vicini al collasso e temo che l’economia del Paese pagherà a caro prezzo le misure restrittive poste in essere“.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte