Calcio: frasi odio contro armeni, indagine Uefa sul Qarabag

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA-AFP) – ROMA, 02 NOV – L’Uefa ha aperto un’indagine
disciplinare nei confronti del club azero del Qarabag, a causa
di un messaggio di odio contro gli armeni attribuito a uno dei
suoi dirigenti, nel mezzo del conflitto tra i due Paesi in
Nagorno-Karabakh. “E’ stato nominato un ispettore per condurre
un’inchiesta disciplinare sulle dichiarazioni rilasciate sui
social media da un funzionario del Qarabag”, ha annunciato
l’Uefa in un comunicato.
    La Federcalcio armena (Ffa) sabato scorso aveva chiesto
l’esclusione del Qarabag dalle competizioni europee – la squadra
sta partecipando all’Europa League sostenendo che il suo
responsabile della comunicazione, Nurlan Ibrahimov, aveva
lanciato sui social un appello “a uccidere tutti gli armeni,
giovani e vecchi, senza distinzione”.
    Il club azero è stato fondato nel 1951 nella città di Aghdam,
situata nel Nagorno-Karabakh e diventata una città fantasma dopo
l’occupazione armena del 1993. La squadra da allora si è
trasferita a Baku, la capitale dell’Azerbaigian. (ANSA-AFP).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte