A Bologna bar sfida il dpcm e decide di non chiudere

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – BOLOGNA, 27 OTT – A Bologna c’è un bar che,
nonostante le disposizioni del dpcm, ha deciso di non chiudere
alle 18, sfidando le multe che puntualmente riceve. Si tratta
del ‘Bistrot Bonaccorsi’ di Porta Saragozza, che ha esposto un
cartello con scritto ‘Noi restiamo aperti’.
    La prima sera di entrata in vigore del decreto ha apertamente
sfidato le norme, prendendo una multa di 400 euro, cosa che non
ha fatto desistere il titolare dal continuare a tenere aperto,
facendo peraltro il pieno di clienti, arrivati per fare
l’aperitivo o mangiare una pizza. “La mia – spiega il titolare
Giorgio Perna – è solo in parte una protesta contro la norma che
impone la chiusura alle 18, resto aperto anche per devo
sopravvivere e non posso permettermi una chiusura”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte